fbpx

Disegno a matita sanguigna a soggetto neoclassico

Disegno a matita sanguigna acquerellata di epoca e soggetto neoclassico.

Raffigurante la partenza di Attilio Regolo per Cartagine.

Attilio Regolo era un console romano che durante la prima Guerra Punica tra Roma e Cartagine venne fatto prigioniero.

Durante la lunga prigionia i Cartaginesi pensarono di farlo tornare a Roma per trattare il cambio dei prigionieri e chiedere la fine della guerra, con l’obbligo di ritornare se non fosse riuscito a convincere i Romani,  per subire la condanna a morte.

Attilio Regolo resosi conto delle condizioni belliche molto provate dei suoi nemici, convinse Roma a sferzare un attacco ai Cartaginesi che secondo lui erano molto indeboliti.

Al termine del discorso, Attilio Regolo, mantenendo la promessa fatta ai suoi avversari, ripartì per Cartagine dove purtroppo troverà la morte.

La scena rappresenta molto bene il dolore della moglie Marcia e dei figli che non volevano lasciarlo partire.

Lo stile, la postura dei protagonisti e la tecnica, lasciano pensare ad una produzione della prima metà del diciannovesimo secolo, ad opera di un artista francese seguace di

Jean-Louis David. La scena, estremamente dinamica ed evocativa, è sicuramente tratta dalla letteratura classica antica, probabilmente da un episodio dell’antica Roma repubblicana citato da Tito Livio e cantata dal poeta Orazio.

 

Artista artista francese seguace di Jacques-Louis David

Provenienza Francia

Periodo Neoclassico

Materiali carta, legno,

Condizioni molto buone

Dimensioni (cm)

  • altezza     60
  • larghezza 70

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Descrizione

Disegno a matita sanguigna a soggetto neoclassico

Questa notevole opera é impreziosita da un passepartout profilato in oro e da una bella cornice in legno.